PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Condire la vita

Molta
destrezza
ci fu.
Per spingere,
il piccolo,
feto.
Che uscì.
Da me.
Dal mio corpo perfettamente in sintonia col loco - mio fiore di loto - uscisti proprio dalle mie gambe umide, unte di te come olio fra le dita di una vita poco insipida.
Margherita.
Partorita.

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0