PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Ecate

Fumi d'incenso
volteggiano
verso la luna,
mentre
le sfere di fuoco,
irradiano
con il loro calore
la tetra foresta.
Oscure Sacerdotesse
recitano
le loro misteriose preghiere,
accompagnate
dai sibili di serpi
e i latrati dei cani.
Dalla fitta nebbia
si materializza
una pallida donna
il cui triplice volto
è illuminato
dalla gelida luna.
Sotto ai suoi piedi
prendono forma
gli spiriti mortiferi,
che passando dalla
veste sottile
fino ai suoi
occhi profondi,
la maga austera
invoca un incantesimo.

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0