PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Paura di volare

Se la notte è cupa e scura
di volar ho un po' paura;
preferisco star nel nido,
io del buio non mi fido.

Quando il sole splende in cielo,
resto fermo sopra al melo,
e mi godo la frescura
di volar ho ancor  paura.

Nella brezza della sera,
la mia pancia si dispera,
ho una fame da paura,
ma volar è sempre dura.

Il mio pranzo e la mia cena
son distanti appena appena
io mi devo rassegnare,
il mio compito è volare.

Sono nato passerotto
e dovrò lasciar il nido
tutto al più cadrò di sotto,
di volar... io non mi fido.

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti: