PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Mnemnosyne

Schiva, solitaria e assorta
Contempli e mediti
L'incessante fragore
Dei giorni
E il lento tintinnio
Delle cose
E avvolgi i silenzi
Del tuo respiro.

Sorridi,
ascoltando i deboli
battiti del tuo cuore
e la tua mente
corre lontana,
fuggendo
vacue parole
e ridicoli borbottii.

Sfiorando i fili
Del destino
Dipingi storie e personaggi
Mentre luoghi e ricordi
S'affollano
Nelle sterminate piane
Dell'immensa Musa.

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0