PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Dolore violento fatale (Contro la violenza sulle donne)

Tu uomo,
che vaneggi
la tua supremazia
affliggendo
con insulti e gesti
la mia paura...
Tu, che affermi
amore e poi offri
dolore e vergogna
di lividi.
E quando incidi
il silenzio
alle mie ribellioni
ai tuoi soprusi,
tu pavoneggi
il tuo possesso
su di me...
Io donna... appaio
fragile, intimidita,
e tu non mostri
mai pietà...
E quando poi aggiungi
il tuo dominio
a quella pozza
di rosso dolore fatale,
hai intrigato tu
la morte,
ma infine
per liberarmi da te,
e non tu di me,
pure se io
volevo vivere
e non morire oltraggiata
dal tuo esser follia!

 

2
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Antonio il 27/11/2017 11:26
    Molto bella quuesta tua poesia che tu hai sentito tua per i sentimenti che esterni verso un fenomeno che si sta dilagando.

1 commenti:

  • Gianni Spadavecchia il 26/11/2017 16:02
    La violenza, su qualsiasi persona o animale, è qualcosa che ci sarà sempre poichè c'è troppa gente cattiva ed ignorante al Mondo. Dovremmo essere bravi a saper condividere più gesti d'amore.
    Bella poesia.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0