PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Lola la piccola randagia

La sera in casa entrò furtiva
una micina piccola randagia
e in un cantuccio del bagno
si nascose, vano alla scoperta
il tentativo tuo di farle dolce
una carezza: come impazzita
furiosa ti morsicò una mano,
quel suo fuggir e il correr tuo
all'ospedale dieci di degenza
poi i giorni tuoi e di quella persa
per giorni tanti tanti la presenza.
Infine quel ritorno, un miagolio
a cercar ma sospettosa ristoro
alla fame ed al piccol corpo
comodo un ricetto e così Lola
come la chiamasti poco alla
volta da randagia che era ed
è diverrà come son Milù Cesio
e Rufus Bartolomeo sì di casa
e nel giardin giocando allegra
questa è almeno la speranza
e che nel tempo non sia poi delusa!

 

1
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Crescenzo De Luca il 27/02/2018 00:27
    C'è qualcosa in questi versi di rapido e coinvolgente che implica un grande lavoro su base metrica. Che meraviglia!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0