poesia "Ussĭmus" di gaia porcelli - Poesie sull'amore perduto
PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Ussĭmus

Splendido incendio,
mi chiedi di ardere con te per
vedere questa carne bruciare.
Vuoi ballare
su ossa troppo nude
perché non scricchiolino
sotto passi silenziosi.

Ma questo cuore sporco
l'ho venduto
a chi ne baciò
il dolceamaro veleno.

Spogliata di vesti crudeli
fiera esibisco
questo pesante
Nulla
che mi ha regalato.

 

3
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Maurizio Gagliotti il 05/05/2018 13:26
    Come spesso mi trovo a dire e come puoi leggere nelle mie poesie non servono le rime per fare poesia... Bella e molto sensuale

3 commenti:

  • Tinelli Tiziano il 27/06/2018 14:30
    Veramente bella! scritta bene e comunica tutto (o quasi) quello che ha spino il tuo cuore ad allineare quelle parole.
  • Umabel il 17/06/2018 21:54
    a volte e' tardi ma non e' mai grave come pensiamo noi, la lente attraverso cui guardiamo e' quasi sempre sporca.
  • Solo Commenti il 28/04/2018 09:39
    Barocco rivestimento al nulla.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0