PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Ricordo di mezza estate (a Paola)

Rimembro ancora quel giovedì
la partenza era dalle arrugginite panchine
ma io non gioivo ero malinconico
il mio morale non digeriva le bombe d'acqua

Una passeggiata insanguinò i miei piedi
ma se decisi di rimanere il motivo
era una lucente visione di rara bellezza
dolcezza naturale e vera maturità

Quando ti vedevo sentivo un tremolio dentro
confidai l'affetto a due amici fedeli
e alla fine scrissi cinque parole su un biglietto
che apparentemente gradisti e fui felice

Al mattino parlammo su due sgabelli
il tuo sguardo bellissimo nessuna reticenza
uno scambio di affettuose dediche
e capii che non ero il tuo ideale

Non dimenticherò i tuoi occhi
il nostro saluto prima di rientrare
e per me mia dolce musa
resterà un angolino nel mio cuore



10 agosto 1993

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0