PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Rifugio

La poesia è stata un rifugio fin dal primo momento.
Adesso non posso che vederla come una parte di me stesso
impossibile da distruggere.
Rappresenta ancora un rifugio;
è lì, ferma senza fare rumore.
Ma la ritrovo in ogni cosa che faccio.
Sarei capace di rinunciare a tutto ma non a scrivere,
anche perché scrivendo non mi manca nulla.
Mi ha fatto nascere, da seme a pianta;
mi ha fatto crescere, dissetando i miei bisogni di versi;
mi ha reso così forte da farmi sradicare il mondo
per portarmelo insieme.
La sento come più di una passione,
è proprio un modo di fare, di sentire, di vivere la vita.
È stata la mia salvezza,
adesso è la mia motivazione.

 

3
4 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Nicola Lo Conte il 25/03/2019 20:16
    Scrivere è conoscersi, portando a nudo la nostra anima. Continua dunque a condividere emozioni che, essendo universali, risuonano in chi legge

4 commenti:

  • Floriana Bianchi il 23/03/2019 16:26
    nell'intimo del scrivere, ognuno è padrone delle proprie emozioni... il regalo è condividerle... grazie
  • roberto caterina il 22/03/2019 15:51
    Beh certo è così, non potrebbe essere altrimenti... auguri...
  • maria angela carosia il 22/03/2019 14:14
    È vero è impossibile da distruggere la poesia, soprattutto se ce l'abbiamo dentro. Vera e sentita. Saluti
  • Ellebi il 22/03/2019 00:56
    Confessione di un poeta... in ordinati versi naturalmente. Un saluto

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0