username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

L'autunno di ieri

Caduta di falsi ieri nascosti nel fogliame ingiallito
Aiuto ai ciechi che soffiano sui vetri per rubare il suono del sorgere dei crisantemi.
Nessuno ha intenzioni sanguinarie, ma la violenza dei germogli esplode nelle piazze dei rigori del vento che annuncia la primavera.
Una vecchia signora con la lingua di serpente e la voce stridula di chi sopravvive al vento dell'est, è seduta lì

 

1
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0